top of page

Ultimi posti per il 2 e 3 marzo a Milano

il 2 e 3 marzo a MILANO staremo insieme per praticare il Sumi-e Experience Workshop 

sul tema del bambù, affrettati a registrare il tuo posto se non vuoi perdere l'occasione.

Puoi scegliere tra questi tre appuntamenti e ad oggi la situazione è questa:


sabato2 marzo 2024 orario 14/16.30 ESAURITO

domenica 3 marzo 2024 orario 10/12.30 2 posti liberi

domenica 3 marzo 2024 orario 14/16.30 6 posti liberi


Milano - Via Carlo Maderno, 4

Presso: Lila

Tema del workshop: bambù

Costo: € 75 - iscrizione acconto € 25 - saldo il giorno del corso

Numero max di partecipanti: 10


programma

  • shikunshi cos'è e come è intrinsecamente connesso con la natura e la filosofia Zen.

  • i materiali di base necessari per dipingere e come assemblarli per preparare la tua mente alla creazione.

  • le posture, i vari modi di tenere i pennelli e gli esercizi utili (dimostrazioni ed esercitazioni).

  • tecniche ed effetti d'inchiostro (dimostrazioni ed esercitazioni).

  • il bambù ( simbologia e movimenti base)


A questo link puoi iscriverti 

Ti aspetto

Filippo


Nella pittura zen, il bambù rappresenta una delle immagini più evocative e ricche di significato. La sua presenza delicata ma tenace racchiude in sé una profonda simbologia che rispecchia i principi stessi della filosofia zen.

Pur essendo una pianta esile, possiede una forza interiore straordinaria. I suoi culmi flessibili si piegano al vento senza spezzarsi, adattandosi alle avversità e ritrovando sempre la loro posizione naturale. Questa caratteristica rappresenta la capacità di resilienza di fronte alle sfide della vita, la perseveranza nel perseguire i propri obiettivi e la forza di superare le difficoltà.


Il bambù non si oppone alle forze esterne, ma si adatta ad esse con fluidità. In questo modo, insegna l'importanza di essere flessibili e di non irrigidirsi di fronte ai cambiamenti. La flessibilità mentale e l'apertura al nuovo sono principi cardine per vivere in armonia con se stessi e con il mondo circostante.


Cresce in modo semplice e spontaneo, senza ostentare la propria bellezza. La sua essenzialità rappresenta il concetto di vuoto (shunyata) nella filosofia buddista, ossia l'assenza di un'essenza fissa e immutabile. Il bambù ci insegna ad apprezzare la bellezza nella semplicità e a vivere liberi da attaccamenti alle cose materiali.


L'atto di dipingere il bambù nella pratica zen diventa un viaggio introspettivo. Il praticante si concentra sul presente, sul movimento del pennello e sulla fluidità dell'inchiostro sulla carta. In questo stato di meditazione, si osserva il proprio processo interiore, con le sue emozioni, i suoi pensieri e le sue resistenze. L'obiettivo non è la perfezione del risultato, ma l'intuizione che deriva dall'osservazione di sé stessi.

L'osservazione del processo interiore che porta alla sua realizzazione, al di là del risultato estetico, diventa un'occasione preziosa per illuminare il nostro cammino e vivere con maggiore consapevolezza.




È disponibile il manuale di pittura zen e lo puoi trovare in tutte le librerie o puoi acquistarlo su Amazon  a questo link 

42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page