Una festa antichissima di speranza

Istituita nel IX secolo, la festa dell'Hanami - la Notte del Ciliegio - è un'antica ricorrenza che si celebra nel periodo di fioritura dei ciliegi.


Il linguaggio dei fiori è importante in tutta l'Asia e in Giappone il fiore di ciliegio é un simbolo nazionale. Per la fioritura dei ciliegi, c'è un'autentica venerazione.

Con la loro fioritura fulminea, questi fiori rappresentano la bellezza transitoria della vita, uno splendore tanto dirompente quanto vacuo che è auspicio di benessere e felicità, e che porta con sé anche elementi di riflessione.


In Giappone con l'Hanami si celebra la rinascita della natura e al tempo stesso la presa di coscienza della temporaneità delle cose. Il ciliegio è un fiore simbolo della nascita, perché capace di crescere prima e in modo più vivace degli altri. Contemporaneamente, però, è un fiore estremamente delicato e fragile che può essere rimosso da un leggero alito di vento. Un fiore, che é metafora della nostra vacuità ed impermanenza, che dopo un momento di splendore si separa dall'albero per tornare alla terra, e riconciliarsi simbolicamente con il suolo.


Lunedì 16 e mercoledi 18 novembre dalle ore 20.30 alle 22

potremo stare nuovamente insieme al Sumi-e Exeperience Workshop - online proprio sul fiore di ciliegio.

Ti ricordo che se lo hai già frequentato in presenza o on-line puoi tornare a praticarlo gratuitamente. Scopri come a questo link https://www.filippomanassero.it/post/un-pensiero-per-te


Se invece desideri partecipare per la prima volta, puoi iscriverti a queso link https://www.artdecosnc.com/online-store


Ti aspetto e ti saluto con questo haiku:


Cadono i fiori di ciliegio

sugli specchi d’acqua della risaia:

stelle,

al chiarore di una notte senza luna


Buson Yosa (与謝蕪村; 1716-1785)

è stato un poeta e pittore giapponese.





187 visualizzazioni