La cimice e il ciliegio

Ho realizzato per una mia storica e adorabile cliente un albero di ciliegio in fiore, che darà il benvenuto a chi sarà ospite del suo appartamento.

ll dipinto si gioca su due ambienti differenti e l'ho costruito attraverso un gioco di prospettiva in modo tale che si scorga il fusto nella stanza attigua e i rami si sviluppino sulla volta dell'ingresso.

La mia cliente è giovane, in quanto coetanea mia, quindi forse sarebbe meglio dire giovanissima. E in quanto mia cliente, un pò matta.

Ieri ci siamo incrociati in casa e mi dice:

"Filippo, ti adoro e questo ciliegio sta venendo bellissimo ma mi fai un regalino?"

- Dimmi, che regalino?"

"mi dipingi in camera da letto una cimice?"

-Cosa??

"una cimice"

-ma Chiara, stai bene?

" sai quelle verdi e piatte, che sbattono ovunque e che se le schiacci puzzano? Io le adoro, ti prego fammi una piccola cimice sul muro, che poi quando viene a trovarmi mia madre impazzisce e proverà a catturarla con il bicchiere contro la parete!..io le amo , ti pregoooo mi fai una piccola cimice??"

- va bene te la faccio. vuoi mica che mi metto a discutere e ad infierire sulla tua patologia? mi pareva strano che non avessi avuto ancora qualche idea delle tue"


Quindi oggi, termino il mio ciliegio e ridendo mi accingo a dipingere una cimice. Pure ora mentre scrivo di questo non riesco a non ridere.

Una volta dipinta, la fotografo e la mando a Chiara che era al lavoro.

Riporto quindi direttamente i suoi messaggi via whatsapp:

" ma io la amo!!! è bellissima!!! ma come faiiii???? é fin piú bella del ciliegio!!"

Io, morto.





331 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Leggerezza