L'amore ardente

Nel Sumi-e, quando andiamo dipingere, lo facciamo con l'obiettivo di cogliere l'essenza del soggetto che desideriamo rappresentare.

Si tratta di concentrazione e soprattuto di addomesticare la mente a scollegare le sue etichette, i suoi meccanismi abituali, il suo incessante mormorio, attraverso la consapevolezza della sua attività e la nostra presenza.


"So che la mia mente mi sta dicendo che sbaglierò", "So che la mia mente ora vuole decidere come deve essere il prossimo segno" e noi senza ammonirla, semplicemente la lasciamo fare e andiamo a cercare il nostro corpo e ci sintonizziamo sul nostro movimento. Per fare questo come sai, sono solito sempre suggerire diverse suggestioni utili a cercare quella sintonia.


Per dipingere il nostro soggetto abbiamo bisogno di conoscerlo profondamente.

Da una parte, relativamente al visibile. Le sue caratteristiche, forme, immagini.

Dall'altra, relativamente al non visibile.Il suo Spirito, la sua energia, vibrazione.


Il Simbolismo e il Mito servono propio a conoscere il non visibile e ci vengono in aiuto.


Accogliere e comprendere il Mito, è una cosa che non possiamo fare attraverso la mente ordinaria. Occorre che la mente lasci la sua posizione abituale, per unirsi al cuore e trasformarsi in una sovra-mente, capace di andare oltre il giudizio, il bene e il male, il giusto e lo sbagliato.


Scoprire gli aspetti legati al Mito, vuol dire servirsi di una potente suggestione per evocare l'essenza interiore del nostro soggetto, coglierla e utilizzarla nella nostra pratica.


Andiamo insieme a scoprire gli elementi non visibili del Glicine, il tema del nostro prossimo appuntamento.


Il glicine è l'essenza astrale dei Pesci, segno d'acqua governato dal voluttuoso Giove. Pianta associata alla sensualità e femminilità, avrebbe l'effetto di suscitare idee brillanti, infondendo ai nativi la forza per concretizzarle, dato che tendono a perdersi nel vago, nell'irreale. Nel linguaggio dei fiori significa "riconoscenza o dolce amicizia".

In epoca Vittoriana questo fiore rappresentava l'amore ardente, la cui ossessione inebria come il vino. I fiori del glicine, vanno a comporre dei grappoli conici e nel Feng Shui vengono interpretati come una indicazione al prostrarsi in segno di onore e rispetto. Nel Buddismo simboleggia la preghiera poiché i rami sembrano chinarsi come in raccoglimento.

(A. Cattabiani)


martedì 16 e giovedì 18 marzo 2021 orario 18.30 - 20,

staremo ancora insieme per il Sumi-e Experience Workshop

sul tema del glicine.

A questo link puoi iscriverti e ti ricordo che se lo hai già fatto, puoi tornare a frequentarlo gratuitamente ( scopri tutto).


Ti aspetto

Filippo



131 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti